Cresciamo insieme! Il tuo 5x1000 arriva lontano

Le testimonianze di chi ha visto cambiare in meglio la propria vita e quella dei propri cari, grazie anche ai contributi del 5x1000.

Supporto Continuo

“Abbiamo capito e scoperto che la nostra Erica ha risorse e potenzialità enormi. Grazie al contatto costante con la Lega del Filo d’Oro sappiamo come farle emergere al meglio.” 

– Danilo, papà di Erica. Dal 2008 sono periodicamente ad Osimo per dei trattamenti a termine

Erica ormai è un’esuberante adolescente che cammina fiera verso la sua autonomia. Ma la sua è una storia che parte da una diagnosi severa: la Sindrome di Charge, che comporta difficoltà visive ed uditive, è apparsa nella vita di questa famiglia 15 anni fa.

La caparbietà di Milena e Danilo ha permesso ad Erica di incontrare la Lega del Filo d’Oro e di superare ostacoli impensabili. Un percorso che continua ancora oggi, perché ci sono sempre nuove sfide da affrontare.
Con il tuo 5x1000 potrai permettere a tante famiglie di essere costantemente guidate e accompagnate, a partire dal Centro di Osimo dove si delinea e si avvia il percorso di riabilitazione personalizzato per ciascun ospite, finalizzato al reinserimento nel proprio territorio di appartenenza.

Vicinanza alla Famiglia

“Le mie sorelle sono finalmente vicino a casa, in Sicilia. Ora possiamo stare accanto a loro quanto vogliamo senza dover pianificare lunghi viaggi.”

 Lucia, sorella di Concetta e Antonella, seguite dalla “Lega” dal 1968; dal 2010 sono nel Centro di Termini Imerese, nella loro regione.

È passato ormai tanto tempo da quando Concetta ed Antonella, “veterane” della Lega del Filo d’Oro, hanno varcato le soglie del Centro di Osimo. Da allora, i loro progressi sono stati enormi. Concetta, non vedente e con ritardo psicomotorio, ha superato con impegno e tenacia l’isolamento in cui l’aveva rinchiusa dalla nascita una grave encefalopatia, mentre Antonella, che aveva subìto gravi danni per un’encefalite contratta da piccola, oggi vive una vita serena riuscendo a muoversi in autonomia, godendo della musica e della cucina casalinga. Dal 2010, grazie all’apertura del centro a Termini Imerese, per loro la riabilitazione continua vicino casa, in Sicilia: un traguardo molto atteso che ha rivoluzionato in positivo la vita della sorella Lucia.

L’apertura progressiva di nuove Sedi e Centri sul territorio nazionale, che evita per gli ospiti il distacco dagli affetti famigliari, è uno degli obiettivi di medio-lungo termine della Lega del Filo d’Oro, un impegno che puoi sostenere con il tuo 5x1000.

Inserimento Lavorativo

“Generalmente mi sembra che le persone, senza alcuna valutazione, tendano ad allontanare ed isolare le persone con disabilità… sul lavoro invece i miei colleghi, fin da subito, mi hanno considerata una “uguale” a loro.”

 Marialuisa, 38 anni, lavora come operaia e vive con la famiglia. Da qualche anno è seguita dalla sede di Lesmo.

La normalità della dimensione lavorativa può essere un obiettivo difficile da raggiungere per le persone sordocieche. Marialuisa, nata con la Sindrome di Usher che causa problemi di vista e di udito tendenti ad aggravarsi con l’età, oggi vive i suoi spazi di autonomia sul lavoro e nel tempo libero e può contare sulla vicinanza del personale del Servizio Territoriale di Lesmo. La fiducia in sé stessi si costruisce e si rafforza anche grazie al confronto e al rapporto di amicizia tra persone che vivono le stesse problematiche ogni giorno, vivendo insieme esperienze formative e di svago.

Grazie anche al 5x1000 la Lega del Filo d’Oro è accanto a chi non vede e non sente nella costruzione di percorsi di autonomia personale e lavorativa e facilita la creazione di una rete di rapporti promuovendo uscite ed iniziative sul territorio. Con la tua firma puoi stare accanto a chi, anche nel lavoro, sfida quotidianamente le barriere del buio e del silenzio.

Inserimento Scolastico

“Il servizio territoriale vuol dire avere vicino qualcuno che cura gli interessi di mio figlio, professionisti che danno seguito al piano riabilitativo di Osimo e un’educatrice come Maddalena, che va a scuola, verifica, dà suggerimenti.”

 Carmela, mamma di Francesco. Il percorso iniziato a Osimo è oggi portato avanti dal Servizio Territoriale di Molfetta.

Francesco è nato 12 anni fa con una rara malattia genetica. Vede poco e solo da un occhio, ha problemi cognitivi e comportamentali. Il suo percorso come per tutti è iniziato al Centro di Osimo, ma una volta ritornato in Puglia con la famiglia è il Servizio Territoriale di Molfetta a rendere possibile la prosecuzione del programma riabilitativo nei suoi luoghi di vita quotidiana: a casa e a scuola.

Il Servizio Territoriale, con personale specializzato, “traduce” e rende accessibile per le famiglie ed i professionisti locali (maestre, operatori etc.) i programmi ed i metodi sviluppati nel Centro di Osimo. È inoltre accanto alle famiglie per necessità, pratiche organizzative e burocratiche. 

Si tratta di un servizio particolarmente apprezzato dalle famiglie dei nostri ragazzi, e che non essendo oggetto di sovvenzione da parte dello Stato, non può esistere senza forme di sostegno private come il 5x1000. Tu puoi aiutarci a portarlo avanti con continuità. Tu, con la tua firma, puoi aiutarci a trasferire competenze e conoscenze nei territori in cui i nostri ospiti vivono e costruiscono il loro futuro.